Relazioni impossibili, legami possibili

E’ così complicato che due persone vadano d’accordo trascendendo le diversità e le idiosincrasie peculiari di ciascuna che mantenere un legame d’amore risulta davvero difficoltoso. Alcune relazioni si configurano come delle battaglie stabili su un terreno che di stabile non ha proprio nulla. Per curare il legame, è necessario che la coppia riesca a sfidare le diversità e le divergenze d’opinione attraverso il rispetto ed il piacere della condivisione.
Condividere passioni, hobbies, doveri, ruoli potrebbe essere il primo passo per poter sanare un rapporto provato dall’estrema difficoltà di riconoscersi nell’altro. Curare il rapporto significa curare la comunicazione, il desiderio di conoscere l’altra persona e di apprezzarne anche i punti di rottura con il proprio pensiero. L’amore non può essere percepito come una rinuncia, una scotomizzazione di parti di sé che facciano posto a parti dell’altra persona. Piuttosto dovrebbe essere un sentimento costruito in base alla sintesi di aspetti che appartengono a ciascuno dei poli della coppia.

A volte, la cosa più facile da dirsi è “lasciamo perdere” ed abbandonare il legame per evitare gli screzi, i litigi, gli scontri. In verità, non esiste una persona esattamente uguale ad un’altra e chi si ostina alla ricerca dell’anima gemella rischia di rimanere da solo. Romantico pensare che esista una persona sulla terra, in un qualche posto sconosciuto e chissà quanto lontano, che sia destinata a stare con noi per la vita, ma sarebbe troppo facile se fosse davvero così. Anche la relazione che sembra più sbagliata, non è una relazione impossibile.

Per coltivare una  relazione è necessario trovare una sintonia tra le proprie differenze, accettandole senza cercare di appiattirle. Se rinunciassimo a delle parti del nostro Sé per essere accettati dall’altra persona, alla lunga, sarebbe la frustrazione ad avere la meglio e ci renderemmo conto che il partner non sta bene con noi, bensì con quella falsa immagine di noi stessi che abbiamo costruito ad hoc per piacere e compiacere. La sfida, la lotta e la dialettica messe in campo dall’amore, in tal modo, non vengono che eluse.

L’amore vero è l’amore che va oltre il principio di piacere e vince la prova del principio di realtà. Due persone che vogliono comprendere ciò che non va nel loro rapporto devono innanzitutto chiedersi se lottare per lasciarsi o se impegnarsi per stare insieme.

Una risposta a Relazioni impossibili, legami possibili

  1. ciocco&rimmel scrive:

    Concordo pienamente con quello che scrive streganuova.
    Le relazioni d’amore trascendono il colpo di fulmine, l’innamoramento, la passione e si costruiscono di giorno in giorno con piccoli gesti, parole, silenzi e compromessi.
    Ma prima di fare delle rinunce importanti, bisogna chiedersi se ciò che si conquista ci appaga e ci completa.
    Quando si ama, si gioisce di presenze, di sorrisi, di attese. E se questo non accade, allora si che bisogna lottare! E non contro l’altro, ma per noi stessi.