Biglietto di terza classe ~ Recensione

Si parte per New York! Un’ emozionante viaggio di speranza fatto di luci e ombre, di illusioni e sacrifici. Biglietto di terza classe è un libro ricco di sentimento. Prende spunto da storie vera , dalla triste realtà dell’ emigrazione di un primo Novecento dove si scappava dall’ Italia alla ricerca del sogno americano.. ma la disillusione è vicina e il sudore della fronte sarà sempre l’ unico mezzo di sostentamento tra sfruttamento e denigrazione, tra paure e persecuzioni in una lotta tra lavoratori e padroni . È avvincente l’ avventura disavventura di Lina , protagonista del romanzo che con la sua forza,  fede e determinazione troverà sempre il modo di andare avanti in un mondo che giustizia non ha.biglietto di terza classe

Il romanzo è scorrevole, a tratti commovente, scritto con la semplicità e il linguaggio diretto di una nonna che racconta una favola al nipotino. Dialetti , dialoghi semplici, registro informale, lessico che riprende il quotidiano e tematiche tristemente attuali fanno del libro uno spiraglio di riflessione sul mondo di ieri come di oggi lasciando pensare che tutto il mondo è paese e che anche noi italiani un tempo siamo stati emigranti come i poveri clandestini che alla ricerca di un futuro migliore sbarcano in luoghi nuovi e oscuri dove diventano facile bersaglio di mafie e sfruttamento.

Lettura adatta a tutti!

autografo Pattarini

I commenti sono chiusi.